Home‎ > ‎

LA RISERVA FORESTALE DI PALAGNEDRA

La faggeta, la fornace per la fabbricazione della calce. Panorami sulle Centovalli

La Riserva forestale di Palagnedra è stata istituita nel 2007 (645 ettari, di cui 330 ettari sono boscati). Si trova sul versante destro delle Centovalli, e si alza dall'abitato di Palagnedra fino allo spartiacque del Ghiridone (2188 m s.l.m.). Dalla vetta, se la giornata è giusta, il panorama è favoloso; lo sguardo spazia dal Bellinzonese al Verbano, fino alla Pianura padana. Si vedono la Val Cannobina, le Alpi vallesane, bernesi, urane e  grigionesi. Il vasto paesaggio forestale delle Centovalli, come suggerisce il nome, è complesso. Ancora più complessa è la geologia; vi corre da est a ovest la Linea insubrica, sutura fra la placca europea e quella africana. La varietà delle rocce è notevolissima; percorrendo i sentieri della Riserva è facile scorgere rocce dalle colorazioni più diverse, giallognole, rossastre, bluastre, verdognole. Il regime pluviometrico è intenso; siamo, a quote paragonabili, nel massimo pluviometrico del Sud delle Alpi. Il vicino Lago Maggiore (Verbano) stempera i rigori invernali.
 
Proprietario e gestore responsabile della Riserva è il Patriziato di Palagnedra e Rasa.
 
 
Il manto forestale
 
Allo straordinario dislivello (540 - 2188 m s.l.m.) è dovuta la presenza dell'insieme delle fasce vegetazionali, dalla collinare all'alpina, un unicum nell'insieme delle riserve forestali del Cantone Ticino. Grande la varietà degli ambienti; si va dal bosco e dai cespuglieti alla prateria alpina, dalle pareti rocciose ai corsi d'acqua. Il maggiore comlesso forestale è costituito dalla faggeta, che si presenta a noi nell'insieme ancora giovane, densa e uniforme, quasi priva di sottobosco.  Ciò è dovuto agli estesi tagli effettuati ancora pochi decenni fa. Scarso, ad oggi, il legno morto. I processi di differenziazione delle strutture verticali e orizzontali sono solo all'inizio. Molto interessante è la presenza dell'abete rosso, a quote insolitamente basse (attorno a 800 m s.l.m. a anche meno). Vi sono esemplari suggestivi. trattasi di abeti "a pettine", dai rametti che si dipartono cadenti dai rami principali, atti a scarica la neve, che altrimenti appesantirebbe la chioma. Alle quote inferiori si hanno boschi misti di latifoglie. A quelle superiori cresce il  larice, e, con avanposti attorno a 2100 m s.l.m., boschi pionieri di drosa, sorbo degli uccellatori e il sorbo alpino.
 
 
La fauna 
 
 Una quarantina gli uccelli osservati. Per il resto la fauna di questa riserva forestale è poco studiata. Vista la verietà degli ambienti è lecito aspettarsi tante scoperte!
 
Visite
 
La Riserva di Palagnedra è munita di una rete di 14 km di sentieri, classificati quali sentieri di montagna. I sentieri della parte alta richiedono perizia. Si consiglia il percorso circolare Palagnedra (657 m s.l.m., purtoppo non servita da mezzi pubblici) - Piano Sciresa (887 m s.l.m.) - Fornas - Boladée. Porta a una fornace che fino alla fine dell'800 serviva alla fabbricazione della calce utilizzata per l'intonacatura degli edicifi; una tavola ne espone le caratteristiche. Particolarmente suggestivo è il tratto Fornas-Boladée (sentiero che attraversa la parte bassa delle Riserva). Dall'abitato di Palagnedra al limite della Riserva conviene seguire la strada comunale.
Agli escursionisti più capaci è consigliato il sentiero Boladée - Valle del Boschetto - B.tta del Fornale (percorso bianco-blu). Presenta un tratto ferrato con catene e gradini, non particolarmente difficile. Secondo Giuseppe Brenna è uno dei percorsi più belli del Ticino (G. Brenna, Guida alle Alpi Ticinesi, Vol. I, Ed. Cas Ticino).  
 
Carta topografica: CNS 1:25'000, Fogli 1312 Locarno, e 1332 Brissago. Si consiglia di munirsi del prospetto Riserva forestale di Palagnedra, in quanto la CNS non riporta l’insieme dei sentieri della Riserva.
 
 
 
Per informarvi 
 
Informazioni turistiche: Info Point Intragna: www.centovalli.ch


Bibliografia
  • Dépliant Riserva forestale di Palagnedra, Dipartimento del Territorio. Ottenibile presso l'Ufficio forestale a Locarno, tel. 091 816 05 91
ą
Roberto Buffi,
01 dic 2015, 13:59
Comments